Paolo Soro

Irregolarità nell'invio delle dichiarazioni e informazioni per la cancellazione di ipoteca

Dal 21 luglio, saranno segnalate su Entratel eventuali irregolarità presenti nell’invio delle dichiarazioni relative alle annualità 2013 e 2014. Mentre, già ora, gli utenti possono consultare il Registro delle comunicazioni e conoscere lo stato della pratica concernente la cancellazione dell’ipoteca, sempre su Entratel o su Fisconline.

Saranno i canali telematici delle Entrate, in particolare Entratel, a gestire il flusso delle segnalazioni di irregolarità e dell'invio, in risposta, delle "giustificazioni" da parte degli intermediari.

Così informa l'Agenzia con una new pubblicata sul proprio sito il 7 luglio 2016.

A partire dal 21 luglio, a coloro che hanno svolto attività di trasmissione delle dichiarazioni saranno segnalate le anomalie negli invii emerse dall'incrocio con i dati in possesso dell'Anagrafe tributaria. Le comunicazioni si riferiscono alle dichiarazioni relative agli anni 2013 e 2014.

Per evitare la contestazione delle irregolarità da parte dell'Amministrazione finanziaria e la conseguente irrogazione delle sanzioni, gli intermediari potranno fornire elementi e/o chiarimenti, nonché allegare la relativa documentazione a supporto, utilizzando la nuova versione dell'applicativo Intesa, accessibile dallo stesso portale Entratel.

L'Agenzia, pertanto, invita gli intermediari a controllare, dal 21 luglio e nei giorni immediatamente successivi, l'eventuale presenza di queste segnalazioni sul portale Entratel.

“Interrogazione del Registro delle comunicazioni”, il servizio gratuito che permette di conoscere lo stato di lavorazione della cancellazione di un’ipoteca, è ora accessibile tramite Entratel e Fisconline.

Fino a oggi le informazioni potevano essere richieste solo presentando l’apposito modulo presso i Servizi di pubblicità immobiliare delle direzioni provinciali.

A partire da oggi, attraverso i canali telematici delle Entrate è possibile controllare in tempo reale se il creditore ha inviato la comunicazione, se la pratica è in stata presa in carico, se si è conclusa con la cancellazione dell’ipoteca.

Gli utenti, inoltre, possono verificare se la comunicazione non è stata presa in carico dall’ufficio perché i dati indispensabili per la cancellazione mancano o sono errati, oppure se la cancellazione non può essere eseguita perché, ad esempio, il creditore ha chiesto la permanenza dell’ipoteca.

Il servizio è attivo su tutto il territorio nazionale, tranne che a Trento e a Bolzano, dove esiste ancora il sistema tavolare di pubblicità immobiliare.

Fonte: Fisco-Oggi

comments powered by Disqus
entratel
top