Paolo Soro

In F24 le somme dovute per la successione

Con provvedimento direttoriale viene previsto, a partire dal prossimo aprile e con periodo transitorio fino a dicembre, l’utilizzo del modello F24 per il versamento dei tributi connessi alle successioni, ipo-catastali, bollo etc. Di seguito il provvedimento.

Prot. 40892 del 17.03.2016:

Estensione delle modalità di versamento di cui all’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, alle somme dovute in relazione alla presentazione della dichiarazione di successione.

1. Estensione dell’utilizzo del modello di versamento “F24”

1.1 A partire dal 1° aprile 2016, l’imposta sulle successioni, l’imposta ipotecaria, l’imposta catastale, le tasse ipotecarie, l’imposta di bollo, l’imposta comunale sull’incremento di valore degli immobili e i tributi speciali, nonché i relativi accessori, interessi e sanzioni, dovuti in relazione alla presentazione della dichiarazione di successione, sono versati mediante il modello “F24”.

1.2 Con risoluzione dell’Agenzia delle entrate sono istituiti i codici tributo da utilizzare per i versamenti di cui al punto 1.1 e sono impartite le istruzioni per la compilazione dei modelli di pagamento.

2. Periodo transitorio

2.1 Per il versamento delle somme di cui al punto 1.1, fino al 31 dicembre 2016 può essere utilizzato il modello “F23”, secondo le attuali modalità.

2.2 A partire dal 1° gennaio 2017, i suddetti versamenti sono effettuati esclusivamente con il modello “F24”.

2.3 I versamenti richiesti a seguito di atti emessi dagli uffici dell’Agenzia delle entrate sono effettuati esclusivamente con il tipo di modello di pagamento allegato o indicato negli atti stessi.

comments powered by Disqus
agenziaentrate1
top