Paolo Soro

Pronti con le CU

Contenuti nel modello Cu 2016, i dati riferiti ai redditi percepiti nel 2015 confluiranno nel 730 precompilato, che dipendenti e pensionati troveranno on line dal prossimo 15 aprile.

Disponibili sul sito delle Entrate il software di compilazione della certificazione unica 2016 (approvata con provvedimento del 16 gennaio scorso) e l'applicazione di controllo, che evidenzia eventuali errori e incongruenze.

Il modello, redatto nelle forme "sintetico" e "ordinario", segue due percorsi diversi: il primo va rilasciato al percettore delle somme entro il prossimo 29 febbraio, mentre il secondo va trasmesso esclusivamente per via telematica all'Agenzia delle Entrate entro il 7 marzo.

Il software Certificazione Unica 2016 consente la compilazione del modello relativo ai redditi di lavoro dipendente, ai redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi e la creazione del relativo file da inviare telematicamente.

Il prodotto utilizza una tecnologia che consente di usufruire delle applicazioni direttamente dal web, attivandole in maniera semplice, con un solo clic; in tal modo, si ha la certezza di utilizzare sempre la versione più aggiornata e si evitano complesse procedure di installazione o aggiornamento.

Prima di procedere all'invio definitivo, occorre attivare la procedura di controllo che mette in evidenza, mediante appositi messaggi di errore, le anomalie o incongruenze riscontrate tra i dati contenuti nel modello di dichiarazione e nei relativi allegati contenuti nel file predisposto per la trasmissione.

I dati trasmessi confluiranno nel 730 "precompilato" che, a partire dal 15 aprile prossimo, sarà reso disponibile, on line, per lavoratori dipendenti e pensionati.

Fonte: Fisco-Oggi

comments powered by Disqus
speserappr
top