Paolo Soro

730 online, il 94% è rifatto

Disastrosi i numeri concernenti la grande innovazione del 730 precompilato, secondo quanto risulta a Italia Oggi. E, per l’anno prossimo, si profilano i nuovi problemi legati alla compilazione delle spese mediche.

Il 94% dei 730 precompilati è stato modificato. Vuoi per aggiungere spese mediche e altri oneri non inseriti nella dichiarazione inviata dall’Agenzia, vuoi perché il dato inserito dall’amministrazione finanziaria non era quello corretto.

Solo il 6% dei contribuenti ha ritenuto che le dichiarazioni precompilate fossero corrette e da restituire al mittente, cioè al fisco, senza interventi.

Sono questi i numeri che circolano tra gli addetti ai lavori sulla prima fase dell’operazione 730 precompilato che Italia Oggi è in grado di anticipare.

Numeri che descrivono la reale efficacia di quella definita una rivoluzione copernicana nei rapporti fisco contribuente, che però stando a queste percentuali, considerato anche il primo anno d’avvio, ancora stenta a decollare.

La platea analizzata è rappresentata da circa 12.600.000 dichiarazioni, un dato che differisce da quello fornito in audizione il 18 novembre da Rossella Orlandi, direttore dell’Agenzia delle entrate.

Il numero uno dell’Agenzia ha infatti parlato di 11,2 milioni di modelli resi disponibili ai contribuenti attraverso gli intermediari ai quali avevano conferito la delega.

A questi però vanno aggiunti 1,4 milioni di contribuenti che si sono fatti la dichiarazione da soli.

Molti di loro, infatti, in un secondo tempo si sono comunque rivolti ai Caf proprio perché i conti non gli tornavano e hanno avuto bisogno di una integrazione e correzione.

In una fase sperimentale, c’era forse da aspettarselo.

Anche se proprio in preparazione della campagna 730 precompilato, nel luglio 2014, in audizione presso la commissione finanze del senato, l’Agenzia delle entrate aveva stimato una percentuale più bassa di 730 precompilati revisionati, circa il 70%.

La maggiore voce delle modifiche è da attribuirsi forse alle spese mediche, le grandi assenti di questa campagna 2015.

Fonte: Italia Oggi

comments powered by Disqus
730p
top