Paolo Soro

I codici tributo per l'imposta sostitutiva sulle rivalutazioni

Il testo della Risoluzione 62/E del 25 giugno 2015 dell'Agenzia delle Entrate

Istituzione dei codici tributo per il versamento, tramite il modello F24 Enti pubblici, delle imposte sostitutive relative alla rideterminazione dei valori d’acquisto delle partecipazioni non negoziate in mercati regolamentati e dei terreni edificabili e con destinazione agricola (beni posseduti non in regime d’impresa) - Art. 1, c. 626 e 627, legge 23 dicembre 2014, n. 190

 

L’articolo 1, comma 626, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 ha esteso la possibilità di rideterminare il valore d’acquisto delle partecipazioni non negoziate in mercati regolamentati e dei terreni edificabili o con destinazione agricola, posseduti alla data del 1°gennaio 2015.

Al fine di consentire il versamento delle relative imposte sostitutive, mediante il modello F24 Enti pubblici (F24 EP), sono istituiti i seguenti codici tributo:

 

“855E” denominato “Imposta sostitutiva delle imposte sui redditi per la rideterminazione dei valori di acquisto di partecipazioni non negoziate nei mercati regolamentati”

 

“856E” denominato “Imposta sostitutiva delle imposte sui redditi per la rideterminazione dei valori di acquisto dei terreni edificabili o con destinazione agricola”.

 

In sede di compilazione del modello di versamento F24 EP, i suddetti codici tributo sono esposti in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”.

Il campo “sezione” è valorizzato con “Erario” (valore F); il campo “riferimento B” è valorizzato con

l’anno di possesso dei beni per il quale si opera la rivalutazione, nel formato “AAAA”.

Il campo “riferimento A”, non è valorizzato.

comments powered by Disqus
agentrate
top