Paolo Soro

Arriva la proroga per studi di settore e "Minimi"

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze annuncia lo slittamento dei termini di pagamento dal 16 giugno al 6 luglio per i soggetti interessati da Studi di Settore, nonché per coloro che adottano i regimi fiscali di vantaggio.

Con il comunicato Stampa N. 121 del 09/06/2015, apparso ieri nella sezione "Ufficio Stampa" del sito del Ministero dell'Economia e delle Finanze, è stato annunciato che il provvedimento concernente lo slittamento della prossima scadenza dal 16 giugno al 6 luglio è stato firmato dal ministro ed è in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Di seguito, riportiamo il testo del comunicato in questione.

Slitta dal 16 giugno al 6 luglio 2015, il termine per effettuare i versamenti derivanti dalla dichiarazione dei redditi, dalla dichiarazione Irap e dalla dichiarazione unificata annuale da parte dei contribuenti che esercitano attività economiche per le quali sono stati elaborati gli studi di settore. Lo prevede il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell'Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, che è stato firmato dal premier Matteo Renzi e che è in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Dal 7 luglio e fino al 20 agosto 2015 i versamenti possono essere eseguiti con una lieve maggiorazione, a titolo di interesse, pari allo 0,40 per cento.

La proroga riguarda sia i soggetti che esercitano attività per le quali sono stati approvati gli studi di settore, sia coloro che presentano cause di inapplicabilità o esclusione dagli stessi, compresi i soggetti che adottano il regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità, i soggetti che determinano il reddito forfettariamente nonché i soci di società di persone e di società di capitali in regime di trasparenza.

comments powered by Disqus
mef
top